Chi è lo Psicoterapeuta?

Per l’esercizio della professione di Psicoterapeuta, lo Psicologo deve aver frequentato una scuola di specializzazione almeno quadriennale (Universitaria o Privata) riconosciuta dal Ministero competente (Miur) che abilita all’esercizio della Psicoterapia, svolgendo in tirocinio di pari durata effettuato con la supervisione di un tutor-professionista iscritto all’Ordine.

Lo Psicoterapeuta può intervenire su problematiche affettive, relazionali e sociali, così come su sintomi mentali specifici, sia in età evolutiva (infanzia e adolescenza) sia in età adulta (a livello individuale, di coppia, della famiglia o di gruppo).

Il concetto di Psicoterapia è legato a quello di cambiamento: si rivolge allo Psicoterapeuta chi sente di voler fare un percorso per aumentare la propria comprensione di quanto accade, per cambiare qualcosa che in quel momento crea disagio, per affrontare una problematica o una sintomatologia specifica, sia essa di tipo individuale che relazionale.

Lo Psicoterapeuta non è un medico e dunque non prescrive farmaci, ma utilizza come strumenti la relazione, l’ascolto e la parola, secondo specifiche tecniche e modalità di intervento basate sulle teorie scientifiche alle quali fa riferimento.

E’ al medico, psichiatra (medico con specializzazione quadriennale in psichiatria), che compete l’intervento psicofarmacologico affiancato da colloqui, nella cura delle malattie mentali, ma senza specifiche competenze psicologiche.

E’ per questo motivo che lo Psicologo e lo Psicoterapeuta collaborano con lo Psichiatra, nel caso in cui ci sia bisogno anche di una consulenza di tipo medico.